TWIT1TWIT2
FACE1FACE2


INFO@SALVOTORRISI.COM


SENATORETORRISISENATO
SALVO TORRISI

Senatore della Repubblica 
NEWS
ULTIME 10 NEWS
SALVATORETORRISINEWSSALVATORETORRISINEWS2
03/10/2016, 18:46



Catania:-call-center-Qè,-i-dipendenti-trovano-i-cancelli-chiusi.-Denuncia-ai-carabinier


 A Paternò azienda deserta dopo che i lavoratori erano in sciopero da quasi un mese. I sindacati: "E’ una serrata in piena regola"



http://palermo.repubblica.it/cronaca/2016/10/03/news/catania_call_center_qe_i_dipendenti_trovano_i_cancelli_chiusi_denuncia_ai_carabinieri-149003444/

I dipendenti del call center Qe, a Paternò, nel Catanese, hanno presentato una denuncia dopo avere trovato i cancelli dell’azienda chiusa. Stamattina sessanta lavoratori si sono regolarmente presentati in ufficio, per iniziare il turno delle 8, ma non hanno trovato nessuno. Gli impiegati erano in sciopero a oltranza da 25 giorni, ma oggi avevano deciso di tornare al lavoro. I dipendenti, da tempo in stato di agitazione, hanno reso noto di non avere ricevuto alcuna comunicazione da parte dell’azienda. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Paternò, che non hanno potuto far altro che constatare lo stato delle cose. Qe lavora per conto di Enel, Sky, Wind e Inps e occupa 600 dipendenti. L’azienda, oberata da oltre sei milioni di euro di debiti, è sull’orlo del fallimento e i lavoratori sono senza stipendio da 4 mesi. Le proposte di acquisire il call center formulate ad alcune grandi società come Transcom e Gpi non hanno finora avuto alcun riscontro. A fianco dei lavoratori si è schierata anche la politica, con in prima fila i sindaci di Paternò, Randazzo, Belpasso e Adrano, i deputati Pd Giovanni Burtone, Concetta Raia e Luisa Albanella e il senatore di Ncd Salvo Torrisi, che a sostegno dei dipendenti Qè ha presentato un’interrogazione parlamentare.

"Si tratta di una serrata in piena regola. Questo pomeriggio ci recheremo all’ispettorato del lavoro per documentare quanto accaduto", dice il segretario di Fistel - Cisl Catania Antonio D’Amico. Venerdì scorso, una delegazione di sindacalisti si è recata a Palermo per discutere del futuro dei seicento dipendenti del call center con l’assessora regionale alle Attività produttive Mariella Lo Bello. "Questa settimana ci aspettiamo che il ministero dello Sviluppo economico comunichi la convocazione del tavolo sindacale a cui lavoriamo da tempo - dice ancora D’Amico - per risolvere una vertenza che ormai è nazionale".


1
Inserisci un titolo
Inserisci un sottotitolo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
LINK UTILI
VISITA-IL-CANALEVISITAILCANALE2
SENATOREPUBBLICA1SENATOREPUBBLICA2
OPENPARLAMENTOOPENPARLAMENTO2
CAMERA-DEPUTATI1CAMERA-DEPUTATI2
COPYRIGHT TO SALVO TORRISI
INFO@SALVOTORRISI.IT
Create a website